Terapia chirurgica

Stripping e varicectomie

Questa tecnica tradizionale sta venendo rapidamente abbandonata a favore dei nuovi trattamenti endovascolari. Previa un’incisione chirurgica all’inguine e l’isolamento della crosse, uno “stripper” di plastica viene fatto passare lungo la vena safena in modo che possa essere rimossa con una tecnica di vero e proprio strappo, chiamata appunto stripping. La procedura è invasiva, con maggior disagio per il paziente rispetto agli altri metodi di trattamento.

La varicectomia (flebectomia) è la rimozione di una vena attraverso una piccola incisione in anestesia locale. Un uncino viene inserito attraverso la pelle anestetizzata e con movimenti gentili di trazione si agganciano i rami varicosi e si asportano. Questa tecnica può essere fatta in combinazione con la procedura primaria o eseguita in un momento successivo.

 

Chiudi il menu