Ecocolordoppler

La metodica Eco-color-Doppler (ECD) è un esame diagnostico non invasivo che permette, attraverso l’uso di ultrasuoni propagati da una sonda appoggiata sul corpo, di studiare le strutture interne.
L’ECD si avvale di tre componenti:
L’ecografia: la diversa riflessione e rifrazione degli ultrasuoni sui tessuti del corpo viene trasformata in una gradazione di grigio che compone l’immagine che vediamo sullo schermo durante l’esame.
il Color: gli ultrasuoni, se posti in direzione di un vaso pieno di sangue, reagiscono al movimento dei globuli rossi, colorando il segnale di risposta. Convenzionalmente, le arterie si vedono rosse, e le vene blu. Durante un esame del sistema venoso, in caso di reflusso, il sangue, andando in direzione opposta, provoca un cambio di colore da blu a rosso.
il Doppler: il segnale dei globuli rossi incontrati dagli ultrasuoni può anche essere trasformato in un’onda e in un suono. Durante l’esame il medico vedrà e sentirà il risultato di questi segnali, in modo da poter interpretarli alla luce delle altre due componenti.

Eco-color-Doppler venoso:
E’ l’esame migliore per studiare il sistema venoso delle gambe. Inizialmente il paziente viene sdraiato per lo studio del sistema venoso profondo. Successivamente viene fatto alzare per lo studio del sistema venoso superficiale. Il cambio di posizione è dovuto al fatto che, per il sistema superficiale, è importante la componente data dalla forza di gravità, per meglio interpretare i risultati dell’esame sulla presenza o meno di un reflusso patologico.
L’esame parte dall’inguine dove si valuta la crosse safeno-femorale, per proseguire lungo la coscia e la gamba, valutando la vena grande safena. In caso di varici si valutano le dimensioni, la presenza di reflusso, dove nascono e dove terminano, in modo da avere una “mappa” della malattia. Si valuta anche la regione dietro al ginocchio, dove ha sede la crosse safeno-poplitea, e successivamente si segue la vena piccola safena dietro il polpaccio.
Durante l’esame, l’operatore effettuerà diverse manovre “evocative” (chiedere di spingere con la pancia, schiacciare il polpaccio, chiedere di muovere il piede). Queste manovre servono per stimolare il sangue presente nelle vene a muoversi, potendone così studiare direzione ed eventuali reflussi.

Chiudi il menu