Le varici: una malattia sociale

Le gambe non parlano ma sono moltissimi i pazienti che ogni anno si rivolgono al loro medico di fiducia o agli specialisti per problemi di vene varicose e sintomi come la pesantezza e il gonfiore degli arti inferiori.
Le vene varicose sono vene superficiali, dilatate e tortuose. Oltre ad avere una importante rilevanza da un punto di visto estetico, si tratta di una patologia molto invalidante per la qualità di vita del paziente e di elevato significato sociale in termini di spesa sanitaria sia di perdita di giornate lavorative.
Questa malattia colpisce maggiormente la popolazione occidentale e i pazienti di sesso femminile (con un rapporto femmine/maschi di 3 a 1; inoltre si correla linearmente con l’età dei pazienti.
L’elastocompressione ha un ruolo fondamentale nella prevenzione, nel controllo dei sintomi e nel trattamento delle varici degli arti inferiori. Le calze elastiche preventive intervengono nella prevenzione dell’insufficienza venosa cronica, nel rallentamento della progressione della malattia varicosa, e del trattamento degli edemi declivi e delle varici reticolari. Le calze terapeutiche vanno utilizzate in presenza di vene varicose, nella profilassi e trattamento delle complicanze tromboemboliche e delle ulcere flebostatiche, e in associazione al trattamento chirurgico e scleroterapico.

 

Figura 1 e 2. Varici a carico degli arti inferiori

varici-arti-inf

 

Figura 3. Alterazione della pigmentazione cutanea determinata dalla patologia varicosa

pigmentazione-cutanea

 

Figura 4. Ulcera flebo statica

ulcera-flebo-statica

 

Figura 5 e 6. Immagine ecocolordoppler di varici degli arti inferiori

ecd-varici

Posted in News ed eventi.

Lascia un commento