Di cosa si tratta

L’esame baropodometrico consiste nella rilevazione delle principali pressioni del piede attraverso l’utilizzo di sensori collocati su un tapis roulant. Permette dunque di rilevare alterazioni nella statica e nella dinamica del passo in pazienti affetti da piedi piatti, piedi proni, piedi supini, piedi equini ed altre alterazioni del passo e del cammino. Questi esami computerizzati permettono di fare ciò che l’occhio umano non può fare, cioè oggettivare con valori numerici sia l’entità della patologia sia la risposta progressiva al trattamento, effettuando un monitoraggio diretto e oggettivo dei progressi o dell’eventuale inefficacia. Quando necessario, grazie a questi esami è possibile realizzare protesi basandosi su analisi oggettive delle necessità del paziente.

per saperne di più

A CHI SI RIVOLGE

Si consiglia di prescrivere questo esame a qualsiasi paziente affetto da mal di schiena o a quelli che sanno di essere affetti da scoliosi, cifosi o lordosi per approfondire la diagnosi della malattia e elaborare il trattamento più adatto.
La possibilità di ottenere un’analisi approfondita e completa della colonna in assenza di radiazioni rendono dunque questi esami consigliati per:

• programmi di screening sui bambini
• valutazione dell’efficacia degli interventi riabilitativi
• valutazione del rischio biomeccanico in medicina del lavoro
• contributo all’analisi biomeccanica integrata nell’atleta
• supporto per la progettazione di ortesi come plantari per bambini, atleti e pazienti con problemi vascolari o diabete.

PERCHÉ SCEGLIERCI

Poche realtà sono dotate di questa tecnologia e ne sfruttano appieno le potenzialità, fornendo analisi statiche, dinamiche e baropodometriche. Il paziente può eseguire una visita completa che va dall’analisi obiettiva con il fisiatra, all’analisi strumentale con il tecnico ortopedico specializzato in analisi posturale e baropodometrica.

PRENOTA

Esame di Flebologia

Vai alla sezione

Esame di Fisiatria

Vai alla sezione